Sei qui: Home Distretti Socio-Sanitari

Accessibilità

Sabato 13 Febbraio 2010 12:16

Consigli per una navigazione ottimale

Navigazione generale

In ottemperanza sia alla legge italiana, che ai regolamenti internazionali (WCAG 1, ad esempio), che alle buone pratiche condivise dall'ambiente degli sviluppatori, il sistema è provvisto in automatico di molteplici sistemi di navigazione:

Menu orizzontale principale sempre presente in ogni pagina del sito: grazie ad esso si ha la possibilità costante di recuperare in un clic la posizione in una pagina principale.

Menu verticali contestualizzati alla sezione corrente: la loro presenza consente di muoversi agilmente tra i contenuti accomunati all'appartenenza ad una medesima area logico-funzionale del sito, velocizzando una navigazione "tematica", ovvero con scopi ben precisi, per gli utenti che giungono sul sito cercando un'informazione specifica.

Menu "breadcrumb", che segna la posizione dell'utente all'interno della struttura logica dei contenuti: non si confonda questa funzione con la cronologia del browser (la "history"), che invece tiene traccia dell'effettivo percorso cronologico e personale dell'utente. Questa serve a tornare sui propri passi nel caso se ne avesse la necessità, mentre quello assolve ad una funzione diversa, ma altrettanto importante: rendere con la massima immediatezza possibile la posizione dell'utente NON rispetto al proprio percorso (che può variare di volta in volta), ma rispetto alla struttura generale dell'albero dei contenuti.

Mappa dei contenuti, aggiornata automaticamente e in modo dinamico ad ogni modifica della struttura dei contenuti, in modo da fornire un prezioso strumento di inquadramento generale delle informazioni.

Accesskey, (tasti di accesso rapido) sono stati definiti per migliorare l'usabilità del portale, permettendo all'utente di raggiungere rapidamente uno specifico link mediante la pressione di una sequenza di tasti. Sono state definite le seguenti AccessKey:

  • [H]: Torna in ogni momento alla "Home Page" del Sito;
  • [K]: Accedi alla sezione "Organizzazione A.S.L.";
  • [U]: Accedi alla sezione "Ufficio Relazioni con il Pubblico";
  • [C]: Accedi alla sezione "Cittadini";
  • [I]: Accedi alla sezione "Imprese e Lavoratori";
  • [P]: Accedi alla sezione "Professionisi Sanità";
  • [W]: Accedi alla sezione "Documentazione";
  • [T]: Accedi alla sezione "Trasparenza";
  • [S]: Accedi alla sezione "Cerca";
  • [D]: Diminuisci la dimensione dei caratteri del Sito;
  • [A]: Aumenta la dimensione dei caratteri del Sito;
  • [X]: Visualizza il Sito in versione ad "alto contrasto" (per ipovedenti);
  • [Z]: Torna allo stile predefinito;

Si ricorda che i tasti di scelta rapida vengono gestisti in maniera differente da ogni browser utilizzato. Elenchiamo di seguito il comportamento dei programmi maggiormente utilizzati:

  • Mozilla(tutti), FireFox(tutti): Alt + shift + AccessKey
  • Netscape (v. 6+): Alt + AccessKey
  • Microsoft Internet Explorer (v. 4+): Alt + AccessKey, Invio
  • Opera (v 6+): Shift + Esc, AccessKey
  • Konqueror (3.3+): Ctrl, AccessKey
  • Safari (1.2+), Omniweb (5.1): Ctrl, AccessKey
  • Camino, Galeon: Non supportati
  • HomePage Reader: Alt + AccessKey, Invio

All'interno di una pagina poi, utilizzare:

  • il tasto (tab): per andare al collegamento ipertestuale successivo;
  • i tasti (shift) + (tab): per andare al collegamento ipertestuale precedente.

Strumenti avanzati

  • In generale, se viene richiesta una pagina inesistente nel sistema si viene automaticamente rediretti sull'ultima pagina visitata, in modo da non generare messaggi oscuri e inquietanti. Anche nel caso di visualizzazione, per l'utente, dell'errore "404 Componente non trovato", pa pagina visualizzata cerca di spiegarne le possibili cause, offrendo un elenco di link, per poter continuare la navigazione.
  • Sempre per quanto riguarda le utilità di navigazione, possiamo includere le varie funzionalità del motore di ricerca: un modulo di ricerca semplice, presente in ogni pagina del sito; funzioni di ricerca avanzata, basate sull'inclusione o esclusione di specifici termini, la ricerca per determinate aree tematiche.

Dichiarazione di Accessibilità

Di seguito sono elencati i 22 punti di controllo con indicazione delle modalità con le quali sono stati soddisfatti i requisiti di accessibilità e le tecniche di verifica che sono state adottate (Legge 4/2004).

Requisito n. 1: Enunciato. Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico. In particolare, per i linguaggi a marcatori HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (eXtensible HyperText Markup Language):

  1. 1.per tutti i siti di nuova realizzazione utilizzare almeno la versione 4.01 dell'HTML o preferibilmente la versione 1.0 dell'XHTML, in ogni caso con DTD (Document Type Definition - Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict;
  2. 2.per i siti esistenti, in sede di prima applicazione, nel caso in cui non sia possibile ottemperare al punto a) è consentito utilizzare la versione dei linguaggi sopra indicati con DTD Transitional, ma con le seguenti avvertenze: 1.evitare di utilizzare, all'interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico;
  3. 3.evitare la generazione di nuove finestre; ove ciò non fosse possibile, avvisare esplicitamente l'utente del cambiamento del focus;
  4. 4.pianificare la transizione dell'intero sito alla versione con DTD Strict del linguaggio utilizzato, dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione.

Requisito n. 1: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Il sito è realizzato attraverso il CMS Accessibile "Joomla! FAP" (For All People) con l'impiego del plugin "HTML Purifier", generatore di pagine XHTML Strict.

Requisito n. 2: Enunciato. Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. In sede di prima applicazione, per i siti Web esistenti già realizzati con frame è consentito l'uso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset, ma con le seguenti avvertenze:

  1. 1.evitare di utilizzare, all'interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico;
  2. 2.fare in modo che ogni frame abbia un titolo significativo per facilitarne l'identificazione e la navigazione; se necessario, descrivere anche lo scopo dei frame e la loro relazione;
  3. 3.pianificare la transizione a XHTML almeno nella versione 1.0 con DTD Strict dell'intero sito dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie e al CNIPA (Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione).

Requisito n. 2: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. L’impiego del CMS Accessibile "Joomla! FAP" (For All People) e l'impiego del plugin "HTML Purifier" evita nativamente l’utilizzo di Frame.

Requisito n. 3: Enunciato. Fornire un’alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto.

Requisito n. 3: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Per ogni immagine presente nel sito è stata inserita, la descrizione alternativa (l'attributo "alt").

Requisito n. 4: Enunciato. Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.

Requisito n. 4: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Tutte le pagine, pur permettendo ad ogni autore (che disponga dei permessi per farlo) l'impaginazione libera e creativa dei contenuti, sono basate su elementi stilizzati in modo centralizzato per l'intero sito o per le singole sezioni. Gli oggetti disponibili per la composizione della pagina sono definiti solo in termini logico/semantici e non in funzione del loro aspetto.

Requisito n. 5: Enunciato. Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi.

Requisito n. 5: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. E' stato evitato il caricamento di immagini animate ed animazioni flash se non strettamente necessari (banner CCRS-SISS e Sperimentazione dote) e comunque mai "lampeggianti" (ovvero con frequenza comprese tra 4 e 59Hz).

Requisito n. 6: Enunciato. Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini; ove non sia possibile, ricorrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.

Requisito n. 6: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. In un sito basato su "Joomla! FAP" (For All People), l'aspetto delle pagine e degli oggetti che le compongono (titoli, paragrafi, ecc.) è definito in modo centralizzato attraverso i CSS. In questo modo, pur lasciando la massima flessibilità di impaginazione di ogni singola pagina, si assicura la coerenza grafica dell'intero sito.

Requisito n. 7: Enunciato. Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.

Requisito n. 7: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Joomla! FAP consente esclusivamente l'inserimento di mappe immagini lato client, eliminando i problemi di accessibilità causati da immagini lato server.

Requisito n. 8: Enunciato. In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa.

Requisito n. 8: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Nei rari casi in cui sono state utilizzate mappe immagini lato server, sono state fornite parallelamente descrizioni testuali.

Requisito n. 9: Enunciato. Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne.

Requisito n. 9: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. L'editor di Joomla! FAP supporta tabelle dati ad un livello logico (X righe per Y colonne) e consente di specificare le intestazioni di riga e/o di colonna generando automaticamente tag "th" al posto dei tag "td" per le celle di intestazione.

Requisito n. 10: Enunciato. Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.

Requisito n. 10: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. L'editor di Joomla! FAP non supporta tabelle aventi più di un livello logico.

Requisito n. 11: Enunciato. Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.

Requisito n. 11: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. L'impaginazione del sito è realizzata attraverso fogli di stile. La struttura generale, poichè realizzata in XHTML, può essere impaginata con CSS o tabelle mentre il contenuto della pagina, generato direttamente dal motore di Joomla! FAP, è privo di tabelle. Joomla! FAP utilizza sempre i tag più appropriati per ogni situazione: "h1" per i titoli, "h2" per i sottotitoli, "p" per i paragrafi, "ol" per gli elenchi, "strong" ed "em" per l'evidenziazione del testo: in questo modo anche disabilitando i fogli di stile le pagine possono essere lette senza problemi e conservano in modo completo il contenuto informativo e logico strutturale.

Requisito n. 12: Enunciato. La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.

Requisito n. 12: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. I contenuti sono impaginati con CSS. L'area contenuti di ogni pagina è adattabile alla finestra di visualizzazione, nel caso di fiestra visualizzata ad una dimensione inferiore ai 990 pixel, i browser automaticamente inseriscono la barra orizzontale di scorrimento, non facendo perdere così informazioni all'utente. Joomla! FAP” è in grado di riconoscere il browser che si connette al sito e di servire porzioni di CSS differenziati per ogni browser al fine di compensare eventuali difetti di resa grafica dei browser stessi: al contrario delle tecniche di CSS Hack (quale, ad esempio, la famosa tecnica di Tantek Çelik) utilizzate nei siti XHTML statici, ogni riga di CSS servita da “Joomla! FAP” è comunque conforme alle specifiche e pertanto totalmente valida.

Requisito n. 13: Enunciato. In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato.

Requisito n. 13: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. L'impaginazione generale di ogni pagina è realizzata attraverso porzioni di XHTML e CSS realizzati da chi progetta il sito. È quindi possibile realizzare sia siti impaginati con tabelle che siti impaginati esclusivamente con i CSS.

Requisito n. 14: Enunciato. Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive.

Requisito n. 14: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. È possibile realizzare form anche molto complessi senza la necessità di conoscere alcun linguaggio di programmazione. Nell'editor visuale di Joomla! FAP si inseriscono gli oggetti base del form (quali campi di testo, menu a discesa, ecc) ed in fase di pubblicazione Joomla! FAP genera automaticamente il codice utilizzando correttamente l'elemento "label" per ogni corrispondente elemento del Form.

Requisito n. 15: Enunciato. Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire un’alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3.

Requisito n. 15: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Il sito funziona senza l'uso di javascript, java o flash poichè tutte le funzionalità interattive utilizzano codice lato server. Nel sito www.aslmi1.mi.it sono utilizzati unicamente tre elementi javascript: uno per l'utilizzo della barra dell'accessibilità, posta in alto nel sito, uno di ausilio alla sezione patenti e infine uno per la ricerca delle strutture eroganti prestazioni sanitarie . Ove javascrip è disabilitato o non supportato, è sempre fornita una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente

Requisito n. 16: Enunciato. Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.

Requisito n. 16: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Gli unici quattro javascript utilizzati, già illustrati nei due punti precedenti, sono utilizzabili sia con il mouse che con la tastiera. Tali script sono stati testati con lo screen reader Jaws.

Requisito n. 17: Enunciato. Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.

Requisito n. 17: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Come già illustrato al punto precedente gli unici tre script utilizzati sono stati verificati anche con le tecnologie assistive.

Requisito n. 18: Enunciato. Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre un’ alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale.

Requisito n. 18: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Gli oggetti multimediali inseribili prevedono un campo testuale esteso ove inserire la descrizione dei contenuti stessi.

Requisito n. 19: Enunciato. Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.

Requisito n. 19: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Nel sito la descrizione dei link è demandata agli autori dei contenuti e non potrebbe essere altrimenti. Il sito supporta i tasti di accesso rapido (AccessKey) consentendo agli autori del sito di associarli opportunamente a specifiche voci di menu.

Requisito n. 20: Enunciato. Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso.

Requisito n. 20: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. “Joomla! FAP” non prevede nessuna funzionalità a tempo. Nel caso si integrino in un sito basato su ”Joomla! FAP” applicazioni che prevedono un determinato intervallo di tempo per il compimento di determinate azioni, i responsabili della integrazione dovranno avere cura di inserire opportuno avviso.

Requisito n. 21: Enunciato. Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta.

Requisito n. 21: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Tutti i link generati, siano essi link interni all'area contenuti di ogni pagina o link appartenenti ad indici di navigazione sono perfettamente selezionabili con ogni dispositivo. Nel sito, infatti, non viene utilizzato JavaScript, Java o Flash e quindi ogni link è in puro XHTML. La spaziatura ed il posizionamento di link, pulsanti e campi dei form è definita in modo centralizzato attraverso fogli di stile CSS, semplificando così il raggiungimento dei requisiti del punto 21.

Requisito n. 22: Enunciato. Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i su elencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile.

Requisito n. 22: Metodologia di raggiungimento dell'obiettivo. Il sito è conforme a tutti i punti della presente Verifica Tecnica e non è quindi necessario realizzare versioni alternative delle pagine stesse.

 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Settembre 2012 13:46
 

 

sondaggio gradimento sito